Pio VI



4 Ago 10

L’assassinio (datato 1793) del messo di Napoleone Ugo di Bassville (nell’illustrazione a lato), che veniva a trattare con papa Pio VI, alla vigilia di quella che sarebbe stata l’invasione dello Stato Pontificio da parte delle truppe giacobine, risvegliò l’odio romano verso i Galli invasori e diede notevole “spinta creativa” al Pasquino. Dopo i versi rabbiosi presentati qualche giorno fa, ecco altre due pasquinate degli stessi giorni: la prima quasi “dotta”, che dai riferimenti biblici passa all’attacco dei Francesi; la seconda decisamente minacciosa e violenta, in uno stile “da Rugantino”, caro a certa parte del popolo romano un tempo così come oggi.

.. continue reading ..


Filed under: Pio VI

Trackback Uri






31 Lug 10

Del “vizietto” del nepotismo di papa Pio VI, al secolo Giovanni Angelo Braschi, accennavamo nell’ultima pasquinata. Il popolo romano di allora non si faceva sfuggire l’occasione di far notare la cosa e questa pasquinata ce lo dimostra, con tutta la sua “poetica arguzia”.

.. continue reading ..


Filed under: Pio VI

Trackback Uri






29 Lug 10

Pio VI fu il papa che dovette fronteggiare la Rivoluzione Francese e  i moti che da essa derivarono, tra cui l’instaurazione della Repubblica Romana da parte di Napoleone. Il popolo non lo amava particolarmente e lo accusava a ragione di nepotismo.

La pasquinata che qui proponiamo è di taglio antigiacobino e se la prende quindi con i rivoluzionari francesi e con lo spirito di finta libertà che i soldati transalpini stavano per portare anche a Roma. Fu affissa nei giorni seguenti l’arrivo del diplomatico francese Bassville, a Roma per contrattare col papa: la sua carrozza fu presa a sassate dal popolo e l’emissario rimase ucciso.

.. continue reading ..


Filed under: Pio VI

Trackback Uri