11 Dic 17

Lector compone questa lunga pasquinata per dileggiare i contenuti dell’intervista che Scalfari ha ricevuto e fatto pubblicare sullo stesso giornale di cui è fondatore, La Repubblica.

PENSIERI PUTTANI

“Son IO che m’intervisto,
che pria che l’ho permesso,
così da sol insisto
sicuro del successo
certo fenomenale,
come lo MIO giornale.”

“Così, fin da bambino
– con fare paternale –
feci lo padroncino
pur in famiglia… Male
non è l’esser Narciso,
lo dico, son deciso!”

“Musica? Molt’amata
– in linea col pensare –
è stata La Traviata,
e poi perciò mi pare
che Renzi con onore
sia pur compositore.”

“Si superautostima
Matteo, come fan tanti
(pur io l’ho fatto, prima!)
ma per andar avanti,
non abbia troppa fretta:
mi deve dare retta!”
SUPER-EGO?
NON LO NEGO!


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri


2 Comments

  • Er verzaccio says:

    MORE L’ANNO VECCHIO ?
    QUELLO NOVO E’ RACCHIO !
    E si la gente sta sotto la tenda,
    more de fame,sta senza quatrini,
    ecco che mo strillacchia sor Calenda:
    “La corpa,già,de tutti ‘sti casini
    -e ve lo dico co la convinzione-
    è solo,sì, de la Costituzzione !”

    “Dovemo falla nova! Poro Renzi
    -che tutti quelli NO l’hanno fregato-
    se merita l’inchini co l’incenzi
    pe via der su’ gran senzo de lo Stato
    che co le cosce lunghe de la Boschi
    cià ditto che nun so’ più tempi foschi.”

    “E puro co l’Europa ve sarvamo
    -e senza fà mossacce,senza strilli-
    pe via che da gennaio ve sfamamo
    puro co ragni,cavallette,grilli,
    accusì damo giù sur populismo
    puro si nun menamo sur fascismo.”

  • Er verzaccio says:

    CHI CE STA ?
    Er simbolo der lusso,5 stelle,
    la Demofracicata garantita,
    Fascio-Berlusca che ce fa la pelle ?
    Ma si tu voi sarvà futuro,vita,
    co ‘na scerta più sana,che nun stanca,
    hai da votà quarcun a mano manca !
    SI S’UNISCONO



Lascia un commento