16 Nov 17

Per raccontare dell’aggressione subita dal giornalista Rai a Ostia a opera di Roberto Spada, Er Verzaccio usa questi versi, con i quali fa parlare proprio l’autore dell’aggressione.

OSTIACCI SUA

“Si penzo cor pisello,
la capoccia l’addopro
ar posto d’un martello…
Si dimanni, te scopro
e si me gira male
te manno all’ospedale!”
DOVEMO DIJE NUN VE VOLEMO!


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento