30 Ott 17

Dopo il fattaccio degli adesivi di Anna Frank lasciati in Curva Sud, Lotito va a scusarsi in Sinagoga, senza aver prima dimenticato di definire quel suo stesso atto “una pagliacciata”. Romoletto ci racconta l’avvenimento, con i suoi versi romaneschi.

LA MOSSA AR GHETTO

Er Fascio – fa Lotito
co la zampaccia stesa –
me pare ch’è finito…
Eppoi firma la resa
co li tifosi tristi
de curva nord, fascisti.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento