17 Giu 16

renzi

Er Verzaccio commenta in versi romaneschi le varie promesse di Renzi circa il suo abbandono dello scranno da Premier, in caso di sconfitte ai referendum o alle elezioni. C’è da credergli? –  si chiede l’autore.

NUN DATEJE RETTA!

La mossa più fetente
de Renzi millefacce
che cojona la gente
è dì: “Senza minacce,
si me votate presto
appresso poco resto!”
NUN VA PIU’ VIA!


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento