1 Feb 16

Con la sua solita ironia tagliente, Pasquinotto commenta la vicenda ridicola delle statue capitoline, i cui nudi sono stati coperti durante la visita del presidente iraniano per “rispettarne la sensibilità”.

TRONCARTE

Roma, già ne tiè tanti
– li vedi tu pe strada –
de cojonambulanti,
ma Tronca nun ce bada,
co l’iraniano fonne:
de marmo, l’annisconne!


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento