24 Lug 15

Merkel-Grecia-Germania-Crisi-Euro-Europa

Concludiamo la pasquinata in 3 atti di Mario Rendina con questo finale che continua la metafora del malato, parlando del costo del salvataggio greco, che ha la forma di un nuovo debito.

TRAGGEDIA GRECA

ATTO TERZO – ER GRECO SFEBBRATO

La purga scenne e je produce effetto:
er greco da la febbre se ripija
e prova pure, a venì giù dar letto,
come er gruppo de medici consija.

E tutte quanne l’antre medicine
rimaste a lungo dentro l’armadietto,
le deve prenne a mo’ de vitamine
e de vino nemmanco ‘no schizzetto.

Ma essenno che er consurto sta a la fine,
‘na cosa serve senza esitazzione.
Bisogna mette assieme ‘n gruzzoletto
pe’ ringrazzià ch’è sortito dar febbrone.

Nun basta ‘n orologgio o ‘n braccialetto,
ma robba seria fatta co’r mattone.
E se ‘n ce l’ha, siccome é ‘n poveretto,
vôrà dì che se vénne er Partenone.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento