22 Lug 15

Alexis Tsipras

Dopo trattative estenuanti, referendum, minacce, crisi di governo, promesse, la Grecia per ora resta nella zona euro. I nuovi finanziamenti però dovranno essere garantiti da beni pubblici messi a disposizione di un fondo. Mario Rendina riassume l’intera vicenda con una lunga pasquinata divisa in 3 atti! Pubblichiamo oggi il primo.

TRAGGEDIA GRECA

ATTO PRIMO – ER GRECO MALATO

Uno a la vòrta, mo’ tocca a li greci
d’avé la febbre a stà ne l’eurozzona.
Da anni a dieta, solo pasta e ceci,
ma er mal de panza cresce e nun perdona.

Er medico tedesco, da le feci,
dice che la sostanza nun è bbona.
E giù er francese, ‘n carico da dieci,
come j’hanno ‘nsegnato a la Sorbona.

Ner mentre che er consurto é ancora ‘n corso,
passa de llà ‘n cerusico italliano,
che dice che conosce già er decorso:
ce serve ‘n bucatino amatriciano.

Ma er consurto lo snobba e je prescrive
‘n antibbiotico senza ‘na scadenza.
S’aggita er greco, e fra le alternative,
dice che vô contà la prevalenza

dei contro o de li pro, dar bujardino.
Arrischia che tra ‘n mese de deggenza,
si ‘n c’ha pensato già la Provvidenza,
finirà che ‘n se trova più er vaccino.

**************


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento