13 Apr 15

fangoischia

Mario Rendina parte dallo scandalo tangenti per la metanizzazione di Ischia per passare in rassegna l’infinità di altri scandali legati alla corruzione e alle opere pubbliche, che coinvolgono tutta la Penisola, da nord a sud.

RINASCITA

Quanno se trova quello che se ‘nguatta
li sòrdi nostri, dentro a ‘n ministero,
o quello che, se pô, affonna e gratta
(e er minimo sarebbe sparà a zero),

uno c’è sempre che, giacca e cravatta,
tutto convinto, dice: “Nun è vero
che ovunque vai c’è un mare de corotti”.
E allora mo’ si er sinnaco de Ischia

pija er pizzo su tutti quanti i lotti
e quanno incassa, ride, canta e fischia,
se dice: “Nun ce so’ antri complotti;
er grosso resta fôri de la mischia”.

Ma mentre che se parla de sta cosa,
a Procida ce so’ li stessi botti
e antri scoppieranno da Pianosa.
Poi ce sta Capri, Lipari e Alicudi,

le Tremiti, poi l’Elba e la Sardegna,
si er Giglio pensi no, sai che t’illudi,
e questo è solo ‘n pezzo de rassegna.

Inutile parlà de la Sicilia,
e poi ner continente, de Milano,
infangata de l’Expo a la vigilia,
le Molinette e giù, ner cispadano,
a chiude er cerchio le coop de l’Emilia.

Poi, tanto pe’ nun pèrdece la mano,
la Tavve intera e er Mose de Venezia,
le carozze de treno de la Puja,
strapagate che valgono ‘n’inezia.

Ma er top è la reggione de la ‘nduja,
corotta come Borgia, la Lucrezia,
ando’ che so’ trecento l’indagati
che dovrebbero anná in gattabuia.

Miliardi so’ li appalti a esse truccati,
esérciti so’ quelli che le tasse
nun le pagheno da quanno che so’ nati.
E intanto nun je frega a vergognasse

de usà scôle, ospedali e pensionati,
senza pagà ‘na lira e, nun bastasse,
sussidi e assegni pe’ disoccupati.

Mejo che sto sistema se scoppiasse,
mannanno a l’aria i ladri e i pochi onesti,
e ‘n seme novo poi se ripiantasse,
de quello bbono dentro novi cesti.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri


2 Comments

  • stefy says:

    Come sempre hai fatto centro! Vero che si risolverebbe solo ricominciando da capo! Che rovina…è talmente vero che ..riesce difficile persino ridere.

  • Mario Rendina says:

    In effetti non si riesce a mandarla giù.
    Non finisce una cosa che subito ce n’è di peggiori. Guarda adesso con il crollo della scuola di Ostuni, appena rifatta! Da non credere…
    Ciao, Mario



Lascia un commento