6 Nov 14

antares

Con un gustoso e ardito volo pindarico, Mario Rendina mette in relazione la notizia di alcuni giorni fa del razzo vettore Antares, esploso pochi secondi dopo il lancio, con le vicende di corruzione che avvolgono i lavori per l’Expo milanese del 2015.

ER RAZZO ESPLOSO

Ne la notte in Virginia esplode ‘n razzo
appena uscito da la piattaforma
Sembrava tutto quanto fatto a norma,
nesuno s’aspettava de st’andazzo.

E ‘nvece è propio granne l’imbarazzo
quanno er vettore ‘n fiamme se trasforma
e er celo se riempie de ‘no sprazzo.
Er giornalista súbbito ce ‘nforma

che l’istrumento nun ha fatto er salto
perché è ‘n privato che l’ha progettato,
essènno stato er frutto de ‘n appalto,
da ‘na mazzetta, fórze, supportato.

E allora si mo’ penso ar grasso assalto
ai lavori pe’ conto de l’Expó,
me sento ‘n cicinino preoccupato
che quanno accenne, tutto faccia:”Bbbooó!”


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento