2 Ott 14

verdini

Mario Rendina commenta la storia della compravendita del palazzo in Via della Stamperia, che ha coinvolto i senatori Verdini e Conti, finendo per dover ammettere che… “a sto punto, Scajola er ‘n pivello”!

CONFUSIONE TRA ENTI

A sto punto, Scajola era ‘n pivello
che va a rubbà sur prezzo de ‘na casa
composta de tre camere e tinello,
si fai er confronto co’r tabbula rasa

che ha fatto tale Conti senatore,
co’n palazzo de via de Stamperia.
Trascorse da l’acquisto ‘n paio d’ore,
senza manco passà pe’ ‘n’aggenzia

lo venne a ‘n prezzo da rapinatore
a l’ente Enpáp de Pisicologgía.
L’amico suo Verdini, pe’r favore,
se becca un milioncino su la scia.

È tutto a posto, perché in que la via,
stampa de sòrdi c’è pe’ competenza
e li milioni de la plusvalenza
so’ solo er frutto de l’editoria.

S’er compratore nun va, abbi pazzienza.
Lo so, sarebbe giusto pe’ coerenza
che fosse l’Ente de’ Schizzofrenía!


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento