25 Lug 14

Bonanni-Angeletti-Camusso

É stato raggiunto l’accordo tra l’Alitalia, Governo e sindacati per il problema degli esuberi, ma la CGIL, ancora una volta, si riserva di firmare. Mario Rendina commenta l’atteggiamento della Camusso, tirando in ballo metafore di giochi di carte.

TRESETTE COR MORTO

Io mo’ nun te so dì si é ggiusto o sbajo
ma si ce fate caso la Camusso
ogni partita ggioca co’ travajo
pe’ uscíssene poi fôri: “Io nun busso”.

Bussa Bonanni e bussa l’Angeletti
busseno tutti quanti i sindacati,
pure le sigle che meno te l’aspetti,
lunghe come capelli mai tajati.

E quanno che s’ariva pe’ le tre,
e ar tavolo, finito sembra er chiasso,
lei dice che: “L’accordo no, nun c’è,
nun me va bbene, io nun firmo e passo”.

Se sa ch’n quattro se ggioca a tresette
ma si ce manca er quarto de supporto,
oppure li cojoni te fa a fette,
se lassa perde e se ggioca cor morto.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento