5 Lug 14

vagina statua gigante studente

Solo con il romanesco si poteva commentare adeguatamente la notizia dello studente americano tirato fuori dalla scultura a forma di vagina, nella quale era rimasto incastrato. Lo fa Mario Rendina, con un immancabile tono di presa in giro.

CURIOSITÀ GIGANTESCA

Ar monno ce sta ‘n opera bizzara
che poca ggente ha visto o la conosce
‘Na scurtura co’ cui Fernando Jara
rifa quer che la donna ha fra le cosce.

La cosa è gigantesca e sta a l’ingresso
de l’Università che sta a Tubinga
È ‘na vulva de marmo, no de gesso,
co’n bucio ch’è più stretto de ‘na stringa.

Eppure ‘no studente americano,
forgorato, se vede, da l’oggetto
è voluto annà dentro de l’arcano
pe’ potenne godè tutto l’effetto.

Dopo d’avè er ber sito visitato,
che dà vedè ce stava propio poco,
tra le du’ labbra ce resta ‘ncastrato
e esce solo coi Viggili der Foco.

Su sto caso ce provo a restà càrmo
anche si sento dentro un imbarazzo
Io avrò scordato che ce so’ de marmo
ma lui c’ha avuto, sù!, ‘n’idea der cazzo.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento