10 Giu 14

manette

Cosa contenevano le tavole portate da Mosè? Il libro paga dei politici per gli appalti del… Mose! Mario Rendina torna a scrivere dei corrotti che gravitavano intorno al Mose di Venezia, che facevano parte di un sistema ben oleato che prevedeva periodici cospicui esborsi di denaro pubblico.

ER LIBBRO PAGA

S’er Mosè sopra a Vincoli guardate,
vedete che de sotto ar braccio destro
ce so’ du’ tavolette ripiegate
che fanno parte de l’opra der Maestro.

Siccome so’ tenute belle strette,
come si dentro stasse ‘n gran segreto,
pe’ lungo tempo s’è dovuto ammette
che a scoprillo fusse ‘n po’ indiscreto.

‘No studioso però de gran valore
che so’ più anni che la cosa indaga,
senza pe’ questo fa nessun rumore,
ha scoperto er busilli che le smaga.

Oggi se sa che è propio er libbro paga
de li politici che, tra tante cose,
avenno d’onestà ‘n’idea assai vaga,
se so’ dati da fà attorno ar Mose.

Ce sta scritto Galan e ce sta Orsoni,
e tale Giuseppone e Milanese
e tanti altri co’ cifre da milioni
pe’ rifasse nun so de quali spese.

Le tavolette, Maestro, hai sì richiuso
ma ugualmente er puzzo s’è diffuso.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento