12 Giu 14

Alitalia-Etihad

Con la solita tagliente e divertente ironia, Mario Rendina commenta la vicenda Alitalia, compagnia in procinto di essere acquisita dagli emiri che già comandano un’altra compagnia aerea, Etihad. Si fa il confronto tra il bilancio fallimentare di Alitalia e quello da favola degli emiri, ma soprattutto si parla del futuro dei 3000 dipendenti che già vengono dati come in esubero.

ARIVA L’EMIRO

La notizzia der grande cambiamento
è che la linea aerea de bandiera
ha detto de inizià er fidanzamento
co’ ‘n’antra che se trova oltre frontiera.

È quella lì de Al Nayan l’emiro,
che si vôi scrive la cifra tutta intera
de quello che c’ha lui p’er monno in giro,
d’inchiostro te ce vô ‘na petroliera.

Quella c’ha l’apparecchi novi novi
Noi ce l’avemo dar tempo de la guera
Quelli c’hanno ‘n bilancio che l’approvi
da noi le cifre so’ ‘n piena bufera.

Loro c’hanno normali dipendenti
che stanno ar chiodo da matina a sera
I nostri so’ de partiti e de parenti
e si li tocchi te la vedi nera.

Quasi tremila de questi so’ de troppo
e potremmo mannalli ad Abu Dabi
Ma fórze è propio qui che sta l’intoppo
Ce dovrebbero annà prima li Capi.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento