10 Mar 14

russia-took-crimea--what-happens-next-is-critical

Mario Rendina prende spunto dai venti di guerra tra Russia e Ucraina, che tengono in ansia il mondo, per fare un parallelo coi fatterelli di casa nostra, dove si parla di sottosegretari che insabbiano notizie per salvare i figli. Solite storie da italietta.

I PROBBLEMI NOSTRI

Ner mentre che la Russia va in Crimea,
che Pútine li muscoli riscalla,
e che a Obama je viè la bell’idea
de le sanzioni a rimbarzá la palla

Qui da noinatri er fatto che te crea
vera suspénse è ‘n sottosegretario
che quasi quasi come novo Enea
er fijoletto scampa ar commissario.

Quarcuno me convinca der contrario
che ‘n giro per Paese e pe’ sto monno,
ce ne sta quarcun’antro de probblema:
che noi rischiamo d’arivà giù a fonno
e l’aria attorno già de guera trema.

Che Pútine in Crimea resta o non resta
noi c’avemo artri grilli pe’ la testa .


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento