6 Mar 14

matteo-renzi-1

Con versi brillanti e di rara comicità, Francesco Di Stefano rispolvera un vecchio proverbio romano, per sintetizzare la megalomania dei programmi di Renzi. Di più non diciamo, perché la pasquinata è tutta da scoprire e da ridere.

CAZZI AMARI

A Roma c’è un proverbio popolare
che p’innicà quarcuno che fa scena
e vò che na pisciata è come er mare
pe dimostrà ch’è fico e che sta in vena

– e inzomma è tutto fumo quer che appare
ma nun se vede arosto a pranzo e cena –
se dice che da sera a la mattina
scureggia ne li sacchi de farina.

Così Renzi promette all’italliani
che p’ogni cosa cià na soluzzione
e che se gioca faccia, piede e mani

pe commannà la gran rivoluzzione.
Saranno cazzi amari già domani
quanno s’abbasserà sto porverone.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento