17 Lug 13

mukhtar-ablyazov

L’eco del caso della moglie del dissidente kazako, rimpatriata senza avvertire i vertici istituzionali italiani, arriva anche sulla bacheca di Pasquino. Non Ci Sto firma questi versi che accusano i sottoposti di Alfano di aver consegnato “l’innocente in man al delinquente”, ovvero il dittatore del Kazakistan.

LARGHE PORCATE

Ecco che l’Angelino
perde pure l’onore
e fa ‘sto bel kasino:
per il Caiman-favore,
consegna l’innocente
in man al delinquente.
GIORGIO NON VEDE,TACE


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento