21 Giu 13

fondazionevalle

Questa settimana, un Pasquinotto scatenato continua a proporci le sue rime romanesche, che oggi celebrano i due anni di occupazione del Teatro Valle, che ha resistito alla giunta Alemanno e ora si trova a guardare il futuro con un po’ più di serenità.

CE SEMO!

Da ‘n par d’anni, l’occupamo
‘sto Teatro: co passione,
cor ciarvello, lavoramo
pe fà ‘na rivoluzzione
che co l’arte, la curtura,
sarva puro la natura.

Roma bella, cià capito,
ce so’ tanti fondatori,
Gasperini se n’è ito
e co lui Gianni, compari
ner volecce caccià via,
pe via che semo poesia.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento