16 Mag 13

alemanno_gatto

Torna Pasquinotto e con lui i versi romaneschi sulle faccende della Capitale. La pasquinata odierna nasce dopo la pubblicazione della foto del sindaco Alemanno con un gatto sulla spalla, scattata dopo la contestazione contro Ignazio Marino (reo di aver dato giudizi sulla vivisezione pro-ricerca scientifica) ad opera degli animalisti, presso Campo de’ Fiori. I versi si chiudono con un un giudizio tanto salace quanto tipicamente romano nella forma: le motivazioni del gesto? Un “amo pe li cojoni” in vista delle elezioni del sindaco di Roma.

CRONICACCE

AleDanno cor gatto,
Berlusca co la casa…
Ognomo pare matto,
ma chi legge, t’annasa
la puzza d’elezzioni,
l’amo pe li cojoni.
FREGNACCIARI


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento