31 Dic 12

ITALY POLITICS GOVERNMENT

Con il suo romanesco, Pasquinotto interpreta i pensieri di un Berlusconi quasi deluso dal fatto che il suo ondivago endorsement pro-Monti non sia stato accolto dal diretto interessato come lui si attendeva.

LI SILENZI

Berlusca lamenta
che Monti nun sente:
“La luce s’è spenta,
nun conto più gnente?
‘Sto sor professore
nun vole discore…!?”
GIA’ MANDRILLO,
MO’ NANO–SQUILLO


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento