23 Nov 12

Anche oggi a far parlare Pasquino è il romanesco di Nun Ce Sto, che oggi si sofferma sulla vicenda locale di Fiore, portavoce degli Artisti di Strada, colpevole di aver sparato bolle di sapone a S. Maria in Trastevere durante la manifestazione degli Artisti. La bella pasquinata, divertente e pungente, se la prende con l’ottusità del Comune di Roma.

LA SPIEGAZZIONE

Li sorci der Comune
campeno tra le merde,
le bolle de sapone
je sanno dì che perde
chi cojona la gente,
chi fa er prepotente.
ROMA VOLE  FIORE


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento