22 Giu 12

Con questi splendidi versi, il Grillo Parlante fa gli auguri al Teatro Valle, occupato oramai da un anno! Una splendida esperienza voluta dagli artisti stessi, che ha messo i bastoni tra le ruote ad un potere di “anime nere” che voleva ridurre secoli di cultura e storia a sala da gioco, in stile “ponte del Titanic”. Ma a tutt’oggi “quell’agir contorto, vile / che ne voleva già la distruzione, / deve riporre tale tentazione”.

Lunga vita al Valle Occupato!

BUON COMPLEANNO!

Un anno fa, l’ho visto…da neonato
già bene prometteva: l’entusiasmo,
la voglia di far viver l’occupato
contro chi ne volea l’ultimo spasmo,
l’impegno di far vincer la cultura
contro l’anime nere, la paura.

Il primo compleanno, lo si vede,
fa sì che questo pupo, ‘sto gioiello
cresciuto bene perché certo crede
nella vittoria d’un pensare bello,
ha conquistato Roma, ma non solo,
poi decollando per un grande volo.

Del Valle, fatto qui Bene Comune,
bell’esempio d’un vivere civile,
si scrive, se ne parla, le tribune
son tante: quell’agir contorto, vile
che ne voleva già la distruzione,
deve riporre tale tentazione.

Il giro fa del mondo, quel pensiero
d’un teatro total-partecipato
dall’attore, dal tecnico, l’intero
corpo creativo, poi ben affiancato
dal pubblico che vuole costruire
qualcosa per ancor meglio capire.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento