4 Gen 12

E’ ancora Pasquinotto a parlare di auguri per il 2012: stavolta l’auspicio è che il futuro non ci riservi un nuovo erede di Licio Gelli, ora che il sultanato berlusconiano sembra tramontato.

VOJA DE LIBBERASSE

Si me volessi fa l’auguri belli
pe l’anno novo che mo se fa vede,
me dovessi da dì che Licio Gelli
la pianta de cercasse qua l’erede
appresso le rotture de cojoni
che cià fatto patì, co Berlusconi.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento