26 Gen 12

Ha fatto scalpore tra le cronache cittadine, la reazione di Alemanno alle proteste pacifiche e goliardiche degli indignados, che – in sparuti gruppetti – lunedì 16 si sono dati appuntamento in diversi luoghi simbolo della città (da S. Giovanni al Colosseo a Piazza Venezia), per inscenare proteste dal tono scherzoso e canzonatorio nei confronti dei politici. Il sindaco ha disposto subito che i gruppuscoli venissero fermati: ce lo raccontano i versi romaneschi di Pasquinotto.

GIANNI ZERO-ZERO

AleDanno, quanno vede
la protesta de la gente,
guasi mai je presta fede
e da vero prepotente
già te vole l’indignati
tutti quanti carcerati.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento