24 Dic 11

Con i versi di Contrasto, chiudiamo un trittico di pasquinate sullo stesso tema dell’attacco al governo dei banchieri: il finale di oggi – un monito a fare attenzione a non tirare troppo la corda con la pazienza del popolo – è decisamente poco natalizio, ma c’è decisamente poco da ridere o da festeggiare, di questi ultimi tempi. E Pasquino lo sa.

POLITICA CIECA
Se la speculazione
dalle banche voluta
con qualche riccone
deve rendere muta
l’indignata povertà,
poi s’incendian le città.
BERLUSCONMONTI
ROVINA


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento