28 Nov 11

Torna anche oggi Pasquinotto con un suo stornello in romanesco. Stavolta si prende genialmente in giro Scilipoti, macchietta di se stesso, che si veste a lutto per la presunta “morte della democrazia”, orfano in realtà di qualcuno che ne compri il voto anche stavolta.

LUTTO FRABBUTTO

Lo gnomo Scilipoti
voleva pijà tutto:
si sfuma ‘na portrona,
alora veste a lutto…
Mo, chissà
da chi più se fa comprà.


Categoria: Romanesche in versi

Trackback Uri



Lascia un commento