18 Apr 11

Le disavventure recenti del “Caimanlover” danno il soggetto (e il geniale titolo) al Grillo Parlante, per la pasquinata di oggi, che ci parla di processo breve, presunte fidanzate e lenoni prezzolati, testimoni a dir poco sospetti e magistrati “rossi”.

CAIMANLOVER

Nell’imminenza del processo breve
ove soccombe sempre l’innocente,
lo gnomo ci ricicla – chi la beve,
se non certa decerebrata gente? –
la frescaccia Ghedini-cucinata
della da sempre nuova fidanzata.

Già Sgarbi, Signorini, tal Ferrara
con Minzolini che fa l’apri-pista
strillan d’averla vista: buona, cara,
bella da conquistar a prima vista….
Vien nell’ambiente, già chiamata fata
e si dice sia pur sottopagata.

E con Ruby, han fatto già le prove:
la fidanzata tenne con amore
stretta la marocchina: non si muove
vicin da lei fintanto che minore,
ed è per questo – pensa che trovata –
pure da Silvio Papi sorvegliata.

Questo bel quadro, molti l’han notato
e son già pronti per testimoniare:
Corona l’ha perfin fotografato,
e Fede, Mora lo potran giurare
d’aver visto quel tale Cavaliere
insegnare alla Ruby le preghiere.

Se di Milano la Procura Rossa
tentò di far sembrare corruttore
il Silvio-Santo, questa contromossa
(potenza del Partito dell’Amore)
farà zittire, renderà sgomenti
i Magistrati, veri delinquenti.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento