22 Gen 11

Vox Populi entra a gamba tesa sul fatto della settimana, regalandoci questa mirabile sequenza di versi sulle voglie del Cavaliere, sulla sua presunta nuova “fidanzata”, sul popolo “telegiulivo” che gli perdona tutto, “votando sempre, senza pensare”. Un ritratto impietoso quanto veritiero di un paese senza più faccia, morale, dignità.

VOGLIA PAZZA

Un cavaliere dalle molte voglie
dice che dopo la separazione
ha di nuovo con se quasi ‘na moglie.
Però – sarà l’età? – fa confusione
e cambiando misure, nome, faccia,
di quella tale perde già la traccia.

Non si sa ben dove l’ha conosciuta,
o chi per caso gliel’ha presentata:
suoi pregi sono lo restare muta,
sentirsi certo molto fortunata,
ansimare senza provar piacere
e dire solo:”Grazie, Cavaliere!”

E’ quello che LUI vuol: stato passivo,
dire di sì con il grazie finale…
Un popol reso già telegiulivo
che di LUI faccia nuovo DUX fatale,
votando sempre, ma senza pensare,
per fare, dell’Italia, lupanare.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento