8 Gen 11

La pasquinata-fiume che presentiamo oggi ci racconta in salsa ovviamente ironica, le gesta dell’armata Brancaleone della politica italiana: a partire dallo “Gnomo Napoleone” fino al neo-attore “Marchionnevira-tute”, ci sono tutti ma proprio tutti i protagonisti del nostro triste agone politico di fine impero.

La firma è quella tutta inedita di Tripartysan. Da non perdere!

LE ARMATE

Gnomo Napoleon schiera le truppe
ed istruisce pur i colonnelli,
ma mentre cucinare fa le zuppe
s’incolla quel mezz’etto di capelli
che col cerone, che con il tacchetto,
lo tengon ritto ben, nel doppio-petto.

In prima fila c’è GASPARRInghiante
che col CICCHITTOssesso fa kasino,
indi c’è BONDInutil salmodiante
e FEDEstremo col BONAIUTIno,
mentre LA RUSSAlieno si fa vivo
con BELPIETROste, con FELTRInvasivo.

Per confortar chi parte per il fronte
vi sono pur le belle giorno-notte
e così, con il motto “Siamo pronte,
noi la doniamo, noi non siam mignotte.”
ecco ministre dalla coscia lunga
insieme ad altre, per far “bunga-bunga”.

A contrastar cotanta tracotanza
BERSANIncerto sta con il toscano
e sempre coltivando la speranza
che voglia non firmar Napolitano,
pensa tra sé “Men vo DALEMONIando
o faccio le primarie, sVENDOLAndo?”.

VELTRONInansia non fa l’africano
e LETTArrivo-ben-gattopardante
tengon DI PIETRazzecca più lontano
e GRILLOrrendo-vaffa ben distante,
mentre FASSINOltranza, BINDIrsuta,
preparan (ma per chi?) della cicuta.

Fan pur l’opposizione (ma per quanto?)
quelli del Terzo Polo, con RUINI
che – come Richelieu, non certo Santo –
non fa dormir un tal mille-CASINI
e preme pure su quel RUTELLeccolo
dicendo di quell’altro: ”Su, FINItelo!”.

MARCHIONNEvira-tute sta con tutti
globalizzando pur molti lamenti
e se troppi ci son posti distrutti,
cerca soltanto dei finanziamenti,
ma mentre quell’Azienda vien quotata
la passerà tranquilla, la nottata?


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento