15 Dic 10

All’indomani del voto di fiducia al governo, il Grillo Parlante ci presenta dei versi che sono allo stesso tempo una sorta di consuntivo dell’azione di governo degli ultimi anni e degli ultimi giorni, con il mercato dei parlamentari, venduti al miglior offerente.

ODISSEA NELLO STRAZIO (1°T)

Ritto sul predellino,
rialzato di 50,
credevasi divino
e con la boria (tanta)
volea far il padrone
d’un popolo coglione.

Esimio corruttore
da tempo sul mercato,
cercava pur l’amore
– meglio se prezzolato,
anche con minorenni –
richiesto con du’ cenni.

In giro per il mondo
sparava cavolate
e dopo, furibondo,
emetteva smentite
(e ne fece le spese
l’immagine-Paese).

Pure certi sodali
or se ne son accorti:
“Premierati maiali
Orwelliano-risorti ?
No, grazie! Per favore,
cambiam manovratore.”

La nuova posizione
non genera sorrisi,
né basta del cerone
a nasconder la crisi,
per cui vien attivato
un gran vacche-mercato.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento