27 Ott 10

Come gli habitué del blog potranno notare, in questi ultimi giorni i pasquinanti continuano a mandarci i loro versi sempre più assiduamente, mentre da queste pagine virtuali sono scomparse le pasquinate “di strada”. Il fatto è che da alcune settimane l’affissione ai piedi o accanto alla statua è diventata  impossibile! Non è una novità – si erano verificati fatti analoghi durante l’estate e sporadicamente anche prima – ma la situazione sta diventando ora “chirurgica”, con i pasquinanti ridotti a provvedere da sè ai supporti per l’affissione, rimossi da ignoti con tempismo per lo meno “singolare” e sistematico.

Occorre denunciare questo schifo, l’atteggiamento di chi ostacola con violenza (perchè la rimozione delle bacheche e dei cartoni è un atto violento e non autorizzato) l’espressione non solo delle idee, ma anche di una tradizione vecchia di secoli. Pasquino ne ha viste tante, ha visto persino il fascismo, che per alcuni anni gli ha tappato la bocca: ecco, costoro che sistematicamente impediscono la libera espressione della nostra statua parlante, proprio ai fascisti si richiamano e assomigliano. Tanto per non dimenticare che il nostro passato non è mai veramente passato…

In ogni caso, almeno questa bacheca virtuale non potranno toccarla. I pasquinanti possono continuare a scriverci e a mandarci pasquinate: noi continueremo a pubblicarle, cercando di rendere un servizio alla libertà d’espressione oltre che un omaggio a Pasquino. Nella speranza di poter risolvere questo problema al più presto.


Categoria: Varie

Trackback Uri



Lascia un commento