21 Giu 10

L’argomento della pasquinata di oggi, a firma Vox Populi, è la cosiddetta “legge bavaglio”, che sta per essere approvata con una certa fretta (da cui il titolo dato ai versi), con il chiaro intento di promulgarla prima dell’estate, quando il popolo italiano è tradizionalmente distratto da altro che non sia la politica. E il paragone con le dittature di altri paesi viene quasi spontaneo all’autore…

LA FRETTA

A colpi di fiducia, caro Letta,
dobbiamo far le norme del bavaglio
e le voglio così, fatte di fretta
per evitar che Mauro, che Travaglio
ed altri che non voglio nominare
mi possano domani criticare.

Putin, Gheddafi, Castro l’hanno fatto
e tranne qualche flebile protesta
di qualcuno che vien preso per matto,
or è per loro sempre grande festa,
con la stampa da tempo ben castrata
e la televisione controllata.

Leggi, costituzione, la consulta.
Cambierò tutto, tutto posso fare!
L’opposizione? Ma non mi risulta
che m’impedisca mai di comandare,
anche perchè non è gran sacrificio
(per me) fare l’accordo con l’inciucio.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento