25 Giu 10

L’esercizio del potere e della funzione pubblica per meri scopi privati non può che portare alla rovina di un paese e alla cancellazione del futuro per le generazioni a venire. Ce lo ricorda la pasquinata di oggi, che urla contro chi riduce la politica a “sporco mercato”, fatto da chi pensa di poter comprare tutto.

INTERESSE PRIVATO

C’è la dimostrazione più palese
di quanto grave sia la situazione
di quello che fu detto Bel Paese
per la Giustizia, per l’Informazione,
con l’orizzonte che si fa più scuro
per una gioventù senza futuro.

L’Italia, sgovernata con furore
da chi – solo da servi supportato –
rifondò quel partito dell’amore,
or è soltanto lo sporco mercato
ove quel tale vuol comprare tutto
e la democrazia buttar di sotto.

Con il cerone sparso sulla faccia
ordina, briga, deve far vedere
che la Costituzione lui la straccia
per salvar, con se stesso, quel potere
che purtroppo vien mal esercitato
nell’interesse suo, tutto privato.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento