27 Mag 10

L’ennesimo episodio spiacevole riguardante il Pasquino ha rallentato la pubblicazione delle pasquinate su questo blog, nei giorni precedenti. Ignoti intolleranti e ignoranti hanno definitivamente distrutto la bacheca posta accanto alla statua dal giorno della fine del restauro: un atto che segue uno analogo, avvenuto qualche settimana fa, a seguito del quale la stessa bacheca era stata divelta in due pezzi.

Il “flusso” di pasquinate in questi giorni è stato quindi ridotto, in quanto gli autori si sono trovati costretti a usare supporti di fortuna, per evitare di tornare ad affiggere sul marmo della statua. Riapriamo quindi le pubblicazioni con due pasquinate che inveiscono civilmente contro le incivili e intolleranti “buone azioni del partito dell’amore”.

I pasquinanti si scusano per la scarsa eleganza del supporto, ma sono costretti ad usare cartone/i dalle buone azioni del partito dell’amore, nonchè dalla intolleranza di coloro che accettano e conoscono la sola versione governativa, senza dimenticare alcuni vandalismi episodici. Grazie per la comprensione…

A Roma, dal ‘500 sono qui poste le pasquinate (dal nome della sovrastante statua), brevi motti in prosa o in versi diretti contro il cattivo uso del potere.
Attualmente, specie dopo il restauro, l’usanza è ostacolata ed anche un pannello posto accanto alla statua è stato semidistrutto e poi asportato.
In un clima siffatto i pasquinanti devono usare cartoni come supporti di fortuna, spesso asportati.
Speriamo non tornino i roghi (di opere e persone).


Categoria: Italiane in prosa

Trackback Uri


2 Comments

Trackbacks/Pingbacks

  1. […] Il Pasquinotto ci presenta oggi una lunga pasquinata in versi romaneschi, che rilette sulla funzione del Pasquino e conclude ricapitolando qualche vicissitudine recente del governo. L’esordio cita invece l’ultimo restauro: a tal proposito ci teniamo a sottolineare che una nuova bacheca è comparsa accanto alla statua, andando a sostituire quella divelta da ignoti un paio di settimane fa. […]



Lascia un commento