6 Apr 10

La Pasquinata del giorno, in versi italiani, ma mancante di firma, si scaglia tra rabbia e umorismo contro la “boutade” del comitato che qualche mese fa proponeva Berlusconi come candidato al Premio Nobel per la Pace. E il finale, come spesso accade, è tutto contro la “videocrazia” del premier.

PREMIO NOBEL

In un certo comitato,
qualche bravo cortigiano
vuol che presto sia premiato
a Stoccolma, quel Caimano
con il Nobel per la pace,
perchè lui disse “Mi piace!”

Fanno: “Silvio ben capisce
– con l’aiuto del sondaggio –
come può (quando finisce il momento del coraggio)
far la pace – conclusione –
pure con l’opposizione.”

Come fa? Monologando
con l’aiuto dell’insetto
ed insieme cancellando
chi non gli “porta rispetto”,
sol di lui vedi la faccia
perchè “chi dissente, taccia!”

E così, la Pax Aeterna
vuole per l’opposizione,
solo lui si telesterna,
non c’è più l’informazione
ed al popolo permette
di veder sol delle tette.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento