25 Mar 10

Dopo alcuni giorni di silenzio, successivi alla fine del restauro, il Pasquino torna a parlare con la verve dei tempi migliori. Tante le pasquinate che ora affollano la bacheca posta accanto alla statua: ve le presenteremo una per una nei prossimi giorni.

Cominciamo con una pasquinata in versi italiani, riferita al recente scandalo circa pressioni sui vertici della RAI, emerso a seguito delle intercettazioni telefoniche che coinvolgevano Berlusconi e Minzolini. La firma è quella – sempre presente – del Grillo Parlante.

LA PIAZZA

Non potendo più smentire
quella tal operazione
per la RAI riconvertire
quale Voce del Padrone,
ora convoca la Piazza:
“Forza, tutti di ramazza!”

“Non col metodo campano
di celare l’immondizia,
Tu, mio Popolo Sovrano
che col “Sì” certo mi vizia,
ora devi far sparire
ciò che più mi fa soffrire.”

“Prima cosa (sarà dura,
ma ci vuol qualche lezione):
quella tal Magistratura
che mi fa l’opposizione
sarà delegittimata
se da voi più contestata.”

“Senza l’intercettazioni
potrò far mille porcate…
Voglio tutti pecoroni:
con le verità celate
saran tutti più contenti,
tutti cari miei clienti.”

“Come disse lo zio Licio,
anche se si legge poco
va difeso quel principio
per cui devesi dar fuoco
pur alla carta stampata
se non be allineata.”

“Con l’idea del Dio Quattrino
dato sempre per vincente
ogni suddito vicino
mi starà, senza dir niente
perchè per poter parlare,
prima si deve pensare.”


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento