31 Mar 10

Dopo il Grillo Parlante visto ieri, anche Vox Populi si rivolge al Premier con l’oramai celebre appellativo di Caimano. Oggetto della pasquinata di oggi sono per l’appunto le “caimanerie” che lo hanno portato al potere (politico ed economico) con dinamiche mai perfettamente chiarite: un piccolo excursus storico tra fortune da palazzinaro, ascesa politica, conflitto d’interessi, attacchi alla Costituzione, bavaglio alla stampa e adunate di piazza. Con un accenno di speranza nei riferimenti finali al Popolo Viola.

CAIMANERIE

L’Italia, non può serva diventare
d’un unico padrone menzognero
che vuole libertà di tutto fare
ed odia chi disvela quel mistero
di quando senza soldi – caso raro –
si riciclò come palazzinaro.

A Bettino vicino, ma con Licio
quella lezione fu ben assorbita
per fare della Carta sacrificio,
aver l’informazione tutt’asservita,
farsi veder a reti unificate
e fare le veline deputate.

Un colossal conflitto d’interessi
fa sì che l’uomo, di coscienza privo
ci valuti davvero tutti fessi
quando proclama dallo schermo: “Vivo
in un Paese dalla stampa trista,
con la Giustizia paracomunista!”

Dopo le figuracce con le liste,
ora s’atteggia a perseguitato;
“Scendiam in piazza perchè sono triste
da quando m’hanno pur intercettato…”
Ma l’orizzonte, questo ci consola
colorando si va tutto di viola.


Categoria: Italiane in versi

Trackback Uri



Lascia un commento